Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10316/89119
Title: Razzismo e politiche d’integrazione: problematizzando una relazione “insospettabile”. Riflessioni a partire da una ricerca trans-scalare sul “Quadro europeo per l’integrazione”
Authors: Sebastiani, Luca 
Keywords: Razzismo istituzionale; Razzismo epistemico; Integrazione dei/delle migranti; Quadro europeo per l’integrazione
Issue Date: 2018
Publisher: Società Italiana di Antropologia Culturale
Project: info:eu-repo/grantAgreement/EC/H2020/725402/EU/The politics of anti-racism in Europe and Latin America: knowledge production, decision-making and collective struggles 
Serial title, monograph or event: Razza, razzismi, discriminazioni razziali. Il contributo dell'antropologia culturale alla riflessione contemporanea
Place of publication or event: Roma
Abstract: Questa comunicazione intende problematizzare i discorsi politici-istituzionali sull’integrazione dei/delle migranti, risaltando tanto le dinamiche d’inclusione/esclusione differenziale (Mezzadra e Neilson, 2013) come le storie coloniali che attraversano gli attuali processi di costruzione dell’alterità. Decostruendo la retorica mainstream che considera l’integrazione come l’antitesi del razzismo, illustrerò i nessi esistenti tra le due realtà, privilegiando le dimensioni istituzionale (Hesse, 2004) ed epistemica (Grosfoguel, 2010) del razzismo. Con quest’obiettivo, mi centrerò nel “Quadro europeo per l’integrazione”, uno spazio “multilivello” di soft law istituito dall’Unione Europea negli ultimi due decenni, basandomi nel lavoro di ricerca della mia tesi di dottorato (2014) . Posteriormente, apporterò connessioni trans-scalari tra il piano europeo ed alcune politiche nazionali (segnatamente le spagnole ed italiane), mostrando l’esistenza di un nesso tra “razzismo” ed “integrazione” nei seguenti termini: 1) i saperi implicati negli strumenti politici -manuali, piattaforme consultive, indicatori...- costruisce un intendimento tecnocratico/depoliticizzato dell’integrazione, silenziando le relazioni di potere preesistenti e favorendo una comprensione limitata e psicologicista del razzismo (Maeso e Araujo, 2017); 2) le retoriche “meritocratiche” ed “inclusive” di tali politiche determinano processi d’inferiorizzazione dell’Altro(a) razzializzato(a) e dei suoi saperi/forme di vita, considerati inadeguati o incompatibili con le società e democrazie “occidentali”.
Description: 1° Convegno nazionale SIAC «Razza, razzismi, discriminazioni razziali. Il contributo dell'antropologia culturale alla riflessione contemporanea», Sapienza Università di Roma (Roma), 8-10 novembre 2018
URI: http://hdl.handle.net/10316/89119
Rights: openAccess
Appears in Collections:I&D CES - Artigos e Resumos em Livros de Actas

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Razzismo e politiche.pdf427.43 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

107
checked on Dec 21, 2021

Download(s)

33
checked on Dec 21, 2021

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.